Megavideo chiude, Anonymous si ribella

L’FBI ha deciso di chiudere Megavideo, il popolare sito di condivisione di contenuti video in streaming ed il suo fondatore, Kim Schmitz, rischia oltre 50 anni di galera, accusato di aver causato oltre 500 milioni di collari di danni ai detentori del copyright sui materiali condivisi.
Megavideo ha aperto i battenti il 21 marco 2005 ed è stato chiuso il 19 gennaio 2012: in questo arco di tempo ha portato al suo fondatore introiti per oltre 150 milioni di dollari.
La notizia della chiusura del popolare sito di streaming ha ricevuto una eco mediatica notevole, tanto che anche il gruppo hacker